Nuova procedura per iscrizione e/o variazione familiari fiscalmente a carico MetaSalute

dal 13 Gennaio 2020, nell’Area Riservata Dipendente sarà disponibile la nuova procedura per l’inserimento e/o la variazione del nucleo familiare dei lavoratori iscritti.

Per l’iscrizione di un nuovo familiare fiscalmente a carico e per ogni modifica al nucleo familiare già iscritto al Fondo sarà richiesta al lavoratore caponucleo la trasmissione, tramite la nuova procedura guidata, di alcuni documenti probatori del diritto del nucleo dichiarato come “fiscalmente a carico” a beneficiare gratuitamente dell’assistenza sanitaria fornita da mètaSalute (es. CU del lavoratore, stato di famiglia, ecc.). Il corretto caricamento in piattaforma della documentazione necessaria ad attestare il diritto all’iscrizione gratuita consentirà la generazione di un’autocertificazione che il lavoratore caponucleo dovrà firmare digitalmente a conclusione della procedura. La firma digitale sarà eseguita tramite codice OTP tramesso dal Fondo sul numero cellulare presente in anagrafica e preventivamente validato dal lavoratore stesso.

L’autocertificazione generata dal sistema varrà come dichiarazione attestante lo status dei familiari per cui è richiesta l’iscrizione gratuita e prevederà l’impegno del lavoratore stesso a comunicare tempestivamente al Fondo l’eventuale perdita dei requisiti che consentono l’iscrizione gratuita.

Si precisa che, a differenza degli anni precedenti, laddove l’iscrizione gratuita sia vincolata a requisiti reddituali, la valutazione del lavoratore sul raggiungimento o meno della soglia reddituale annua consentita deve far riferimento al reddito in corso al momento dell’iscrizione (Es. per iscrizione anno 2020, redditi di riferimento anno 2020).

Ai sensi dell’art.3.3 del Regolamento del Fondo mètaSalute, la valutazione del requisito reddituale per l’iscrizione gratuita al Fondo interessa i seguenti soggetti:

  1. I componenti fiscalmente a carico (lett. a) e c) dell’art.12 DPR n.917/86 e s.m.i) del nucleo familiare:
    1. Il coniuge del lavoratore non legalmente ed effettivamente separato (con riferimento anche alle unioni civili);
    2. I figli (compresi i figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati);

Tali soggetti sono considerati “fiscalmente a carico” del lavoratore iscritto in caso di reddito complessivo annuo non superiore ad € 2.840,51 (o a quello pro-tempore vigente, ai sensi di quanto previsto dall’art. 12, comma 2 del D.P.R. 917/1986) per l’anno in corso al momento dell’iscrizione;

  1. i conviventi di fatto con analoghe condizioni reddituali dei familiari di cui al punto 1.a e 1.b (″..si intendono per «conviventi di fatto» due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un’unione civile…″) (l.76/2016 art.1, comma 36). Non rientrano, quindi, in questa categoria: nipoti, sorelle, fratelli, suoceri, genitori, ecc…

È altresì consentita l’iscrizione gratuita, svincolata dai requisiti reddituali:

  1. ai figli non fiscalmente a carico purché conviventi;
  2. ai figli non fiscalmente a carico non conviventi sino ai 30 anni di età che siano regolarmente iscritti ad Università aventi sede in province diverse rispetto a quella di residenza del genitore titolare iscritto.

In caso di superamento in corso d’anno delle soglie reddituali dei familiari o dei conviventi di fatto precedentemente iscritti gratuitamente il lavoratore caponucleo dovrà tempestivamente modificare nella propria Area Riservata le posizioni dei familiari optando per una delle seguenti soluzioni:

  • potrà cessare la copertura sanitaria del familiare variando in Area Riservata lo stato della polizza da “A CARICO” a “NÉ A CARICO NÉ A PAGAMENTO”;
  • potrà attivare la polizza a pagamento per l’intero anno solare a fronte del saldo del premio annuo (modalità e tempistiche saranno successivamente comunicate agli iscritti con apposite circolari informative);
  • per i figli di cui al punto 1.b. potrà valutare se il figlio è ancora iscrivibile gratuitamente e procedere a variare la categoria per cui si richiede l’iscrizione gratuita (es. da figlio fiscalmente a carico a figlio non fiscalmente a carico purché convivente).

Per i familiari di cui al punto 3 e 4, in caso di perdita dei requisiti (es. figlio non a carico che non è più convivente; figlio iscritto all’università che supera i 30 anni d’età o che consegue il titolo di laurea) l’unica opzione consentita è la cessazione della copertura sanitaria che il lavoratore iscritto dovrà segnalare tempestivamente variando lo stato della polizza da “A CARICO” a “NÉ A CARICO NÉ A PAGAMENTO”.

Sebbene, dunque, il reddito di riferimento sia quello relativo all’anno in corso ai fini dell’iscrizione gratuita di familiari e di conviventi sarà richiesto il caricamento della documentazione disponibile al momento dell’iscrizione (Es. Iscrizione a Gennaio 2020, richiesto caricamento CU 2019 – Redditi 2018 o 730 2019 – Redditi 2018, per Iscrizioni a partire da Aprile 2020, richiesto caricamento CU 2020 – Redditi 2019). Sarà consentito anche l’inserimento dei familiari non presenti nella documentazione disponibile al momento dell’iscrizione es. CU o modello 730 (Es. Figli nati in corso d’anno, matrimonio/unione civile recente, familiari che nel 2018 o nel 2019 lavoravano), purché il lavoratore possa successivamente dimostrare che la condizione autocertificata sia stata rispettata.

Il Fondo potrà effettuare in qualunque momento, anche successivo alla fase di adesione, verifiche rispetto alla sussistenza dei requisiti legittimanti l’iscrizione gratuita e potrà richiedere documentazione aggiuntiva (Es. Presentazione CU 2021 – Redditi 2020, per verifiche su iscrizione anno 2020). Dichiarazioni false e non conformi a quanto indicato in fase di iscrizione determineranno la decadenza del diritto all’assistenza sanitaria del familiare interessato. In tal caso il Fondo potrà rivalutare i sinistri già autorizzati/rimborsati o intraprendere altre azioni a tutela dei propri interessi (es. azioni di recupero premi).

Tutti i lavoratori sono invitati a verificare annualmente, con riferimento al reddito per l’anno cui si sta rinnovando l’iscrizione, che i familiari già inseriti in piattaforma rientrino nella fattispecie cui è consentita l’iscrizione gratuita ai sensi dell’art. 3.3 del Regolamento e, in caso di mancanza o perdita dei requisiti, a modificare lo stato della polizza.

Esempio: i lavoratori che hanno iscritto i familiari gratuiti nel 2019 devono verificare ad inizio 2020 che il reddito presunto per il 2020 consenta il rinnovo dell’iscrizione gratuita al Fondo.

IMPORTANTE

  • Il caricamento della documentazione in fase di iscrizione è necessario per il salvataggio di una nuova anagrafica o per la modifica di un familiare già iscritto. All’interno della propria Area Riservata ogni lavoratore iscritto potrà prendere visione della documentazione necessaria alla certificazione in base alla tipologia di familiare che intende inserire.
  • La nuova procedura di inserimento/variazione del nucleo familiare si sviluppa in tre semplici passaggi:
  1. Inserimento nuova anagrafica/modifica di familiare preesistente
  2. Caricamento della documentazione richiesta
  3. Firma digitale (con codice OTP inviato tramite SMS) dell’autocertificazione prodotta in automatico dal sistema.

In caso di documentazione non leggibile o non adeguata il Fondo potrebbe richiedere all’iscritto un’integrazione documentale.

  • Per agevolare gli utenti sono state predisposte le seguenti guide:
    • Vademecum per capire quali sono i familiari che hanno diritto all’iscrizione gratuita;
    • Manuale operativo con le istruzioni sulla gestione della nuova procedura informatica;
    • Elenco dei documenti da caricare in piattaforma in base alla tipologia di familiare da inserire.
  • Per chiarimenti o assistenza è possibile chiamare il Contact Center amministrativo al numero verde 800189671 o aprire una segnalazione con la seguente categoria “Familiari a carico – Autocertificazione”, tramite la sezione “Contatta il Fondo” disponibile nell’Area Riservata.

 

fonte: Metasalute