Appena concluso il tavolo al mise per la vertenza Tecnomessapia

Soddisfazione della Uilm.

Appena concluso il tavolo al mise per la vertenza Tecnomessapia.

Il viceministro Teresa Bellanova dopo aver appreso di quelli che erano i problemi, dopo aver ricevuto il 24 giugno u.s. la richiesta di convocazione si è da subito adoperata per giungere ad un incontro e , dopo le richieste sindacali, ha formulato la proposta di interrompere la procedura di licenziamento per tutti e 177 dipendenti di Tecnomessapia e reincontrare le oo.ss. il prossimo 20 luglio, per riuscire a giungere ad un accordo che tuteli tutte le maestranze con un anno di Cassa integrazione guadagni straordinaria.

Un evento appunto straordinario che si potrà avere solo grazie allinteressamento ed alla partecipazione al tavolo del 20 luglio anche del ministero del lavoro.

Ovviamente la Uilm auspica che l’anno di cigs non serva come mero assistenzialismo,ma implichi, anche con l’interessamento della Regione Puglia, un percorso formativo che qualifichi le professionalità in relazione alle esigenze tecniche e produttive che il mercato del lavoro dell’aerospazio richiede e nel frattempo magari Leonardo modifichi il percorso lapidario che ha intrapreso nei confronti delle aziende dell’ indotto, magari riportando a Brindisi le commesse dell’ elicottero AW 169 che sono state portate in Polonia e che sembra addirittura che non stiano dando i risultati sperati.

Ovviamente anche Tecnomessapia deve fare la sua parte investendo un po’ degli utili fatti in questi anni .

La Uilm di Brindisi infine invita tutti, soprattutto alcuni politici a non speculare sulle sorti avverse dei dipendenti, cercando momenti di notorietà in quanto se oggi un risultato lo si è raggiunto è semplicemente grazie allinteressamento Delle Organizzazioni sindacali e del Governo, non si prendano altri meriti che non hanno.

Alfio Zaurito

Seg. Gen. Uilm Brindisi