INAIL: Reinserimento e integrazione lavorativa dei disabili da lavoro

L’INAIL, con la circolare n. 6/2019, illustra le modifiche apportate al “Regolamento per il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro”, fornendo anche indicazioni operative sulla nuova misura di sostegno, prevista dalla legge di Bilancio 2019, per il disabile destinatario di un progetto di reinserimento mirato alla conservazione del posto di lavoro.

Secondo l’innovazione introdotta al Regolamento dalla determinazione presidenziale n. 527/2018, confermata nella Legge di bilancio, il datore di lavoro potrà proporre progetti personalizzati, condivisi con i lavoratori, che saranno valutati  dalla Sede INAIL competente, anche supportata dalle Consulenze tecniche dell’Istituto.

Viene valorizzato il ruolo propositivo dei datori di lavoro per i quali è prevista una semplificazione degli adempimenti a loro carico, dell’iter procedimentale di attivazione dei progetti e una flessibilità nell’erogazione dei finanziamenti o di eventuali rimborsi.

Istruzioni operative riguardano anche la disposizione della Legge di bilancio che prevede il rimborso da parte dell’INAIL al datore di lavoro del 60% della retribuzione corrisposta alla persona con disabilità da lavoro destinataria di un progetto di reinserimento che, alla cessazione dello stato di inabilità temporanea assoluta, non possa attendere al lavoro senza la realizzazione degli interventi individuati nel progetto.

Circolare n 6 del 26 febbraio 2019